Video
Pappioca - la ricetta di Simone Cipriani

Pappioca

È una sorta di pappa al pomodoro ma ottenuta con un procedimento leggermente differente e, soprattutto, senza pane! In questa versione Simone Cipriani ha scelto di usare due pomodori: il pizzutello per l`acidità e il datterino rosso in acqua di mare per la dolcezza. D`altra parte non esiste una ricetta comunemente condivisa della pappa al pomodoro e, come dice lo stesso chef, in toscana cambia di porta in porta. Quindi perché non provare con la tapioca, aggiungendo delle cozze, del wasabi per gli amanti del piccante e della mertensia maritima, ovvero, quella particolare foglia che ha il sapore di ostrica. Ecco quindi che anche con una ricetta tradizionale, seppur rivisitata, si possono stupire e sorprendere i nostri commensali, servendo un piatto nuovo e curioso che sarà in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.

 

Ingredienti

pomodoro pizzutello

datterino rosso in acqua di mare

datterino concentrato

tapioca

cozze

wasabi

mertensia maritima (foglia d`ostrica)

pane azzimo

salvia

aglio

 

Preparazione

Si parte con due basi, due tegami in cui far soffriggere olio e aglio. Un tegame si userà per far aprire le cozze nella più classica delle maniere. Nell`altro, invece, si aggiunge della salvia e il pizzutello tagliato a metà. Solo una volta che il pomodoro ha “sudato”, non appena, quindi che ha tirato fuori a sua acqua, si può aggiungere il datterino. Dopo pochi minuti sul fuoco il soffritto va frullato con un frullatore a immersione per rendere il composto omogeneo e cremoso. L`acqua di mare del datterino si usa per sfumare le cozze, al posto del vino bianco che si usa normalmente. La tapioca, che altro non è che l`amido di un tubero chiamato manioca, va fatta bollire in acqua per circa 20 minuti. Una volta pronta si aggiunge al pomodoro frullato e si amalgama con un cucchiaio per dare consistenza al tutto e per farla insaporire. Ecco quindi che si è pronti a impiattare: sulla base del piatto la pappioca, abbondante secondo i gusti, le cozze già sgusciate e dei pezzetti di pane azzimo su cui deporre un poco (anche in questo caso dipende dai gusti) di wasabi. Alla fine aggiungere la mertensia tagliata a metà o in quattro parti e guarnire con un filo d`olio extravergine d`oliva.

 

Chef: Simone Cipriani

Prodotti: Finagricola - Così Com`è

thumbnail text

Pappioca - la ricetta di Simone Cipriani

3 Settimana/e fa | 2112 Visualizzazioni

Pappioca

È una sorta di pappa al pomodoro ma ottenuta con un procedimento leggermente differente e, soprattutto, senza pane! In questa versione Simone Cipriani ha scelto di usare due pomodori: il pizzutello per l'acidità e il datterino rosso in acqua di mare per la dolcezza. D'altra parte non esiste una ricetta comunemente condivisa della pappa al pomodoro e, come dice lo stesso chef, in toscana cambia di porta in porta. Quindi perché non provare con la tapioca, aggiungendo delle cozze, del wasabi per gli amanti del piccante e della mertensia maritima, ovvero, quella particolare foglia che ha il sapore di ostrica. Ecco quindi che anche con una ricetta tradizionale, seppur rivisitata, si possono stupire e sorprendere i nostri commensali, servendo un piatto nuovo e curioso che sarà in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.

 

Ingredienti

pomodoro pizzutello

datterino rosso in acqua di mare

datterino concentrato

tapioca

cozze

wasabi

mertensia maritima (foglia d'ostrica)

pane azzimo

salvia

aglio

 

Preparazione

Si parte con due basi, due tegami in cui far soffriggere olio e aglio. Un tegame si userà per far aprire le cozze nella più classica delle maniere. Nell'altro, invece, si aggiunge della salvia e il pizzutello tagliato a metà. Solo una volta che il pomodoro ha “sudato”, non appena, quindi che ha tirato fuori a sua acqua, si può aggiungere il datterino. Dopo pochi minuti sul fuoco il soffritto va frullato con un frullatore a immersione per rendere il composto omogeneo e cremoso. L'acqua di mare del datterino si usa per sfumare le cozze, al posto del vino bianco che si usa normalmente. La tapioca, che altro non è che l'amido di un tubero chiamato manioca, va fatta bollire in acqua per circa 20 minuti. Una volta pronta si aggiunge al pomodoro frullato e si amalgama con un cucchiaio per dare consistenza al tutto e per farla insaporire. Ecco quindi che si è pronti a impiattare: sulla base del piatto la pappioca, abbondante secondo i gusti, le cozze già sgusciate e dei pezzetti di pane azzimo su cui deporre un poco (anche in questo caso dipende dai gusti) di wasabi. Alla fine aggiungere la mertensia tagliata a metà o in quattro parti e guarnire con un filo d'olio extravergine d'oliva.

 

Chef: Simone Cipriani

Prodotti: Finagricola - Così Com'è

Partecipa alla discussione

Ultime notizie