Video
Degusta con Giorgione - l'evento al Vinilia Wine Resort

Giorgione è ormai di casa nel Salento. Il talent di Gambero Rosso Channel, Sky 412, ma lui non ama gli inglesismi e per la verità neppure i francesismi: non è uno chef ma un cuoco, sopra ogni cosa della cucina ama l`ospitalità, la capacità di unire attorno alla tavola, e nessuno come lui riesce a comunicare così tanta passione, gusto, allegria.

Giorgio Barchiesi, in arte Giorgione, è tornato in questo lembo di Puglia per un evento di degustazione

dal titolo promettente: “Degusta con Giorgione”, andato sold out in soli tre giorni. La serata ha incantato i partecipanti, a partire da luogo magnifico in cui si è svolta: il Vinilia Wine Resort, nelle campagne di Manduria, tra ulivi e vigneti della tenuta che ha anche abbinato ai piatti i vini della propria cantina “Trullo di Pezza”. Questo maniero di inizio 900, che ricorda un castello medievale, è aperto da meno di due anni, quindi ancora poco noto al pubblico locale che ne è rimasto sbalordito. Ed è più facile, si sa, realizzare un bell’evento se si è circondati dalla bellezza. Se poi si parla di cucina e a guidare la brigata c`è Giorgione, a fare gli onori di casa un bravissimo e giovane chef: Pietro Penna - del ristorante Casamatta interno alla tenuta - con le deliziose titolari Simona e Marika Lacaita, se a disposizione degli chef e degli ospiti ci sono alcuni tra i prodotti gastronomici d`eccellenza a rappresentare il territorio, il gioco è fatto.

Vecchie conoscenze e nuove scoperte per Giorgione, che in cucina come tra gli ospiti si è mosso con la solita coinvolgente disinvoltura e generosità. Banchi d`assaggio invitanti e carichi di prelibatezze hanno accolto i presenti: gli strepitosi latticini delCaseificio Lanzillotti, presidio slow food; orate e spigole dell’allevamento offshore InMare, creato a Torre Suda dal visionario Aldo Reho; il pregiato Tonno Colimena, dalla vicina località jonica; La Puccia Leccese con i due giovanissimi titolari Federica e Mirko; il salumificio Santoro; i pasticciotti pluripremiati di Marzanotto; la pasta Cavalieri, proposta in tre varianti tra terra e mare.

Una degustazione, insomma, all’insegna dell’alta qualità, coronata dalla simpatia dell’oste di Montefalco, che porgeva agli astanti vassoi delle sue “prugne ubriache”, deliziava la vista e il palato con uno showcooking “laido e corrotto”, si lasciava a sua volta conquistare dalla bontà dei prodotti in degustazione.

Per la gioia degli ammiratori.

Video a cura di Emiliano Carico

thumbnail text

Degusta con Giorgione - l'evento al Vinilia Wine Resort

1 Mese/i fa | 1891 Visualizzazioni

Giorgione è ormai di casa nel Salento. Il talent di Gambero Rosso Channel, Sky 412, ma lui non ama gli inglesismi e per la verità neppure i francesismi: non è uno chef ma un cuoco, sopra ogni cosa della cucina ama l'ospitalità, la capacità di unire attorno alla tavola, e nessuno come lui riesce a comunicare così tanta passione, gusto, allegria.

Giorgio Barchiesi, in arte Giorgione, è tornato in questo lembo di Puglia per un evento di degustazione

dal titolo promettente: “Degusta con Giorgione”, andato sold out in soli tre giorni. La serata ha incantato i partecipanti, a partire da luogo magnifico in cui si è svolta: il Vinilia Wine Resort, nelle campagne di Manduria, tra ulivi e vigneti della tenuta che ha anche abbinato ai piatti i vini della propria cantina “Trullo di Pezza”. Questo maniero di inizio 900, che ricorda un castello medievale, è aperto da meno di due anni, quindi ancora poco noto al pubblico locale che ne è rimasto sbalordito. Ed è più facile, si sa, realizzare un bell’evento se si è circondati dalla bellezza. Se poi si parla di cucina e a guidare la brigata c'è Giorgione, a fare gli onori di casa un bravissimo e giovane chef: Pietro Penna - del ristorante Casamatta interno alla tenuta - con le deliziose titolari Simona e Marika Lacaita, se a disposizione degli chef e degli ospiti ci sono alcuni tra i prodotti gastronomici d'eccellenza a rappresentare il territorio, il gioco è fatto.

Vecchie conoscenze e nuove scoperte per Giorgione, che in cucina come tra gli ospiti si è mosso con la solita coinvolgente disinvoltura e generosità. Banchi d'assaggio invitanti e carichi di prelibatezze hanno accolto i presenti: gli strepitosi latticini delCaseificio Lanzillotti, presidio slow food; orate e spigole dell’allevamento offshore InMare, creato a Torre Suda dal visionario Aldo Reho; il pregiato Tonno Colimena, dalla vicina località jonica; La Puccia Leccese con i due giovanissimi titolari Federica e Mirko; il salumificio Santoro; i pasticciotti pluripremiati di Marzanotto; la pasta Cavalieri, proposta in tre varianti tra terra e mare.

Una degustazione, insomma, all’insegna dell’alta qualità, coronata dalla simpatia dell’oste di Montefalco, che porgeva agli astanti vassoi delle sue “prugne ubriache”, deliziava la vista e il palato con uno showcooking “laido e corrotto”, si lasciava a sua volta conquistare dalla bontà dei prodotti in degustazione.

Per la gioia degli ammiratori.

Video a cura di Emiliano Carico

Partecipa alla discussione

Ultime notizie